Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi. 

L' AMBRA

Considerata una gemma semipreziosa, l'Ambra è costituita da resina fossilizzata, all'interno della quale è possibile trovare diverse inclusioni animali, vegetali e fungine. 


ORIGINE

Milioni di anni fa era semplice resina ovvero un composto organico viscoso, creato e trasudato da Piante di vario genere per difendersi dagli insetti parassiti del legno. 
Come la resina attuale essa era costituita da molecole di vari elementi sconnessi tra loro.
Nel corso di milioni di anni, alcuni elementi "cuscinetto" quali tannini e terpeni sono evaporati permettendo alle molecole rimanenti di creare un forte legame tra loro dando origine ad un'unica grande molecola chiamata polimero, dalla struttura più solida e durevole nel tempo.



Sono esistite varie specie vegetali che hanno dato origine alla resina divenuta poi Ambra ( conifere e leguminose per la maggiore ). 
Esse crescevano rigogliose in diverse aree geografiche: gli attuali giacimenti infatti sono sparsi in tutto il mondo ed ognuno di essi è legato ad un era geologica ben distinta rispetto alle altre.



LE INCLUSIONI E L'IMPORTANZA

Quando la resina è colata dalle Piante è riuscita ad inglobare una serie di piccoli elementi e micro organismi che ha trovato lungo il suo percorso.
Basti pensare ad una formica impegnata nella scalata di un tronco travolta da una colata di resina oppure ad un semplice moscerino che appoggiandosi su di essa ne rimaneva invischiato.
Le inclusioni possono essere quelle più varie e disparate che si possono immaginare, ad esempio: semplici bolle d'acqua, artropodi di varia natura, piume, piccoli anfibi, piccoli rettili, ragnatele, foglie, fiori, conchiglie, animali acquatici e cosi via... dalla nostra esperienza è emerso che non esiste un limite alle cose che l'Ambra può racchiudere. 

Considerata una delle più belle gemme al mondo per le sue caratteristiche fisiche ed estetiche, l'uomo da secoli la estrae per crearne monili ed oggetti da ornamento; 
ma è soltanto negli ultimi anni grazie all'accrescimento della conoscenza umana e all'avvento di una tecnologia sempre più sofisticata che si è arrivati a comprenderne la sua vera importanza.
Lo studio svolto dagli scienziati di ogni branca sulle inclusioni perfettamente conservate all'interno dell'Ambra ha difatti permesso non solo di scoprire nuove specie estinte
​​​​​​​ ma anche di capire alcuni dei più strabilianti processi di evoluzione fino adesso soltanto ipotizzati.





​​​​​​​

DOVE SI ESTRAE

E' possibile trovare l'Ambra praticamente in ogni parte del mondo sia sopra che sotto il livello del mare a causa dello spostamento delle placche terrestri avvenuto nel corso di milioni di anni,
esattamente laddove in un tempo passato esistevano foreste capaci di generare grossi quantitativi di resina. 

I principali giacimenti al mondo sono qua indicati:

​​​​​​​



Per consultare la TABELLA DELLE ERE cliccate qua:






DIVERSITA' 

L'Ambra rinvenuta in una specifica area geografica possiede caratteristiche chimiche e fisiche differenti rispetto a quella estratta in altre località a causa di una moltitudine di fattori legati agli agenti atmosferici, al tipo di vegetazione che l'ha originata, alle sostanze presenti nel sottosuolo e all'era di formazione. Con l'esperienza è possibile capire la provenienza dell'Ambra semplicemente attraverso un attento esame visivo. Ecco qua sotto alcuni esempi di diversità in base al colore...

Ambra Baltica

l'Ambra presente negli stati che si affacciano sul Mar Baltico è molto opaca nell'80% dei casi per cui la visibilità all'interno è veramente molto limitata. Una delle tonalita più richieste  è simile al colore del Burro ( butterscotch ) che può variale con notevoli sfumature che vanno dall'aracione al giallo fino al bianco pastello. Il luogo di origine ne attribuisce il nome,  devinita volgarmente "Succinite" per l'alto contenuto di acido succinico ancora intrappolato all'interno fin dall'epoca della sua formazione. 

ambra_baltica_ridotta  








Ambra Dominicana

Allo stato naturale per la stragrande maggioranza dei casi è molto trasparente e proprio per questa sua caratteristica è definita Retinite. E' generalmente di color miele e ha delle sfumature che vanno dal color bianco-giallo all'arancio-rosso. Nell'entroterra della stessa nazione esistono anche miniere dal quale si estrae Ambra il cui riflesso è azzurro ( Ambra Blu) in quanto presenti al suo interno degli elementi che reagiscono ai raggi UV del sole in maniera piu elevata rispatto al consueto.
ambra_blue_-_ridotta
      
dominicana_ridotta











Ambra Siciliana

La rarissima Ambra Siciliana, trasparente di colore principalmente rossastro, viene ritrovata sulle coste adiacenti la foce dello stesso fiume che gli dona il soprannome di Simetite, ovvero il Simeto sito nei pressi di Catania.
simetite_ridotta








Ambra del Myanmar

Ad Hukawng Valley a nord nello stato del Myanmar ( ex Birmania ) si estrale la "Burmite"  ovvero una delle ambre più antiche al mondo risalenti al periodo Cretaceo. La maggior parte dell'Ambra estratta a colpo d'occhio appare molto simile all'Ambra Dominicana ma osservando attentamente ci si accorge che  è più opaca con riflessi tendenti al rosa/viola. Con più bassa probabilità è possibile trovarla anche bianca, rosa e marrone ed in alcuni casi può avere un riflesso molto simile all'Ambra Blu Dominicana.
 In rarissime quantità invece è possibile trovarla anche di colore completamente rosso sangue ( nominata Blood Amber); colore dovuto ad forte ossidazione avvenuta quando era ancora resina, la cui origine rimane ad oggi un mistero.

​​​​​​​             burmite_-_ridotta
     

Ambra Indonesiana

Estratta nell'isola di Sumatra è caratterizzata da un colore tendente al viola ed in alcuni casi presenta un riflesso blu profondo. A differenza della maggior parte delle ambre è possbile  trovarla in grosse pepite da cui vengono lavorati alcuni dei piu grandi monili in ambra del pianeta. 
 





     
     
      Site Map